Back to top

Jan Uytenbogaert (il Pesatore d’oro)

REMBRANDT Harmenszoon Van RIJN ( Leida 1606 – Amsterdam 1669)
SG Collezione Stampe / Jan Uytenbogaert (il Pesatore d’oro)
Jan Uytenbogaert (il Pesatore d’oro)

Acquaforte e puntasecca, mm 250 x 205.
Stato II/II secondo Biörklund, II/III secondo Nowell-Eustike.
Jan Uytenbogaert era un lontano cugino del Predicatore Arminiano (o Rimostrante) Johannes Uytenbogaert.
Egli, che aderiva allo stesso orientamento liberale degli Arminiani, divenne, in qualità di esattore generale dello stato, uno dei personaggi più potenti d’Olanda.
Rembrandt lo aveva conosciuto in occasione del pagamento di alcune sue opere commissionategli dallo statolder, il principe Federico Enrico.
Poiché nel 1639 l’artista si trovava in gravi difficoltà finanziarie dovute all’acquisto della casa ad Amsterdam, sollecitò l’esattore a compiere i passi necessari per saldarlo.
Uytenbogaert fece da intermediario tra Rembrandt e il tesoriere del principe e questa incisione fu forse un gesto di ringraziamento da parte dell’artista.
Opera firmata a datata 1639 in basso a sinistra.
Esemplare con i ritocchi eseguiti dal Capitano William Baillie, stampato da Jhon Boydell a Londra tra il 1792 e il 1803 su carta senza vergellature.

Le altre Opere:

Bibliografia:
(G. Biörklund- O. Barnard, Rembrandt’s Etchings. True and false, n 39-D, 1952; G.W. Nowell-Ustike, Rembrandt’s Etchings. State & Value. B 281, 1988)
Category:
Olandese, REMBRANDT Harmenzoon Van RIJN, XVII